Intervista a Savi Galdi


“La mia musica si caratterizza nel genere pop”

Intervista di Desirè Sara Serventi

Muove i suoi primi passi nel mondo della musica con il canto gospel per poi approdare nella danza, partecipando a diversi spettacoli teatrali, tra cui “Il mago di Oz” e la commedia musicale “Il giovane padre Pio”: il cantante Savi Galdi ha recentemente pubblicato il suo nuovo singolo dal titolo “Anime a metà”, un lavoro nel quale ha messo tanto impegno e dedizione. Sledet.com ha raggiunto il cantante Savi Galdi che ha parlato del suo singolo e non solo.

Se le chiedessi di raccontarsi cosa risponderebbe?
Per potermi raccontare delle volte ci vorrebbe un libro per descrivere e rendere il quadro chiaro di chi sono.

Dove si è formato?
Ho iniziato all’età di 13 anni con lo studio del canto gospel, presso una scuola tra Salerno e Napoli, con l’insegnate Marcella Amoruso.

Che ricordo ha dei suoi inizi?
I ricordi dei primi passi sono le tante paure che mi portavano a vivere le esperienze, con emozioni alle stelle. Delle prime esperienze la cosa che ricordo per davvero sono le tante paure di non essere mai all’altezza.

Vuol parlarci dei suoi lavori?
Ho iniziato con il canto gospel, dove ho fatto parte di un coro dal nome Coro David, dove ero una delle voci soliste del coro. Abbiamo girato l’Italia, l’Usa e il Canada. Poi come cantante sono stato vocalist del festival di Napoli su rete 4. Avendo studiato danza per anni presso un’accademia gestita da Maurizio Costanzo a Roma, sono stato anche nel serale di Amici di Maria tra i professionisti delle prove musical per 4 anni. Ho fatto tante esperienze in teatro, tra cui Il mago di Oz e la commedia musicale Il giovane padre Pio, nelle vesti di protagonista.

Lei è l’autore dei testi dei suoi brani. Che cosa vuole raccontare nello specifico con le sue canzoni?
Nei pezzi scritti da me cerco di arrivare al cuore delle persone con la verità della mia vita, e delle esperienze che vivo. Il messaggio che cerco di lanciare è sempre di amore, speranza e di vita.

Per che cosa si caratterizza la sua musica?
La mia musica si caratterizza nel genere di musica pop.

Ci vuol parlare del suo ultimo singolo?
Il mio ultimo singolo si intitola Anime a metà, un lavoro che mi ha impegnato tanto, ma sono soddisfatto. È un brano che parla di una lotta tra due persone che si amano ma che per colpa di un altro, vivono il rapporto a metà. Non voglio mai svelare troppo dei miei brani per lasciare spazio alle emozioni senza condizionare troppo chi ascolta. Trovate il brano con videoclip ufficiale su You Tube.

Chi è Savi quando non veste i panni di cantante?
Savi è un ragazzo semplice. Mi sono trovato a fare anche caffè e cappuccini in una caffetteria pasticceria, perché l’arte, come qualcuno mi diceva, non sempre porta il pane a casa, quindi se c’è bisogno mi alzo le maniche e mi invento qualsiasi cosa e trovo la mia dimensione sempre e comunque. Non si diventa artista ma si nasce, quindi posso anche fare caffe, ma mi sentirò sempre un’artista, magari meno fortunato delle volte, ma è così.

Che consiglio vuol dare a un giovane che vorrebbe intraprendere il suo lavoro?
Bisogna studiare, essere preparati, pronti a fare rinunce e a mettersi in discussione perché l’arte è magia, ma è anche follia.

Progetti?
Tanta musica e non solo, ma non svelo nulla, per scaramanzia. Magari seguitemi sul profilo Instagram, mi trovate con il nome Savi Galdi Real e sulla pagina artistica di Facebook Savi Galdi Official.

Vuole aggiungere altro?
Voglio ringraziare tutti coloro che senza dubbio hanno creduto e continuano a supportarmi con estremo affetto e stima.

Sledet.com ringrazia per l’intervista Savi Galdi, e ad maiora!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.