Calendario “365 abbracci” della onlus linfoamici


Folla di vip, nel centro di Roma, in occasione del lancio del calendario “365 abbracci” di linfoamici onlus

Articolo di Mirna Boni

Linfoamici Onlus è tornata nel cuore di Roma con un grande evento solidale: la presentazione del calendario “365 abbracci”. Mercoledì scorso, presso la libreria “Il Libraccio”, sono intervenuti i protagonisti del calendario accompagnati da numerosi amici che hanno voluto sposare la lodevole iniziativa. Dodici scatti che hanno visto protagonisti uomini e donne sopravvissuti alla malattia del secolo: il cancro. Le foto si rivelano molto significative poiché si osservano come persone che avevano perso tutto e portavano i segni delle pesanti cure contro il tumore, sono riuscite a lottare per riprendersi la quotidianità o quantomeno “abbracciare” quelle singolari sensazioni che accompagnano una persona che sta ancora lottando con tutte le sue forze. All’evento, moderato dal giornalista Gianni Maritati, hanno raccontato la loro esperienza al servizio di questo progetto: il fotografo Vittorio Carfagna (che ha realizzato gli scatti per questo lavoro di Linfoamici); Antonio Morici, hair-stylist dei protagonisti all’interno del calendario; Sara Mastro Pietro, make-up artist dei protagonisti all’interno del lavoro fotografico e in prima linea la presidente della Onlus Linfoamici Anna Militi. Tra le prime ad arrivare la cantante Silvia Salemi, seguita dagli attori Luca Cesa, Francesco Ferdinandi, Radulescu, Giulia Todaro, Marina Marchione, Gina Amarante, Eleonora Belcamino, Fabrizio Sabatucci, Elena Russo, Pino Calabrese, Eleonora Ivone, Beppe Convertini, Daniele Sartori, la showgirl Benedetta Mazza, il conduttore del programma di Rete4 “Grand Tour d’Italia” Cataldo Calabretta e la wedding-planner Mariangela De Biase. “Quando si parla di cancro e della lotta contro il male si pensa sempre e solo alle terapie, ai mesi di battaglia, alle teste calve. Noi vi mostriamo quello che c’è dopo: la rinascita, i volti di chi ce l’ha fatta”: Anna Cherubini ha parlato, nella sua splendida prefazione, di questo percorso come di un duro viaggio da cui tornare. Ecco, chi torna da quel viaggio, ha questi volti e questi sorrisi. Un messaggio di speranza. Forte e concreto che durerà 365 giorni, come l’aiuto che abbiamo scelto di dare”ha dichiarato sul sito www.linfoamici.it/booking

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *