Parla Debora Scalzo l’autrice del libro Io resto così


“Il titolo dice molto, difatti Io resto così nel bene e nel male e non cambio nulla della mia vita, perché altrimenti non sarei così”, dice Debora  


Intervista di Desirè Sara Serventi 

thumbnail_img_20160910_182709

Ama le storie di vita vera la scrittrice Debora Scalzo, i libri psicologici e di criminologia, e tutti i generi che alla base raccontano fatti realmente accaduti. E’ l’autrice del libro “ Io resto così”, un libro di speranza per tutte quelle donne che hanno sofferto ma che nonostante tutto sono andate avanti più forti di prima.

Quando si è avvicinata al mondo della scrittura?
Sin da piccola. Ho sempre amato scrivere pensieri, frasi, storie, canzoni e poesie. Tutti i miei pensieri e ricordi nello scritto. Far rimanere qualcosa di me, per sempre.

Quali difficoltà ha incontrato?
Devo dire non difficoltà ma l’essere poco capita e compresa, alle volte anche derisa. E per chi scrive emozioni di vita ed è sensibile, ci rimane male. Ma sono difficoltà del passato, poiché proprio quelle difficoltà mi hanno portato alla realizzazione di un sogno chiamato Io resto così. Devo tanto alla mia Casa Editrice Ibiskos Risolo, che ha creduto in me sin da subito.

Il web da una mano ai giovani scrittori?
Sicuramente il web aiuta molto.

A lei?
A me personalmente, aiuta a rimanere in contatto con i miei lettori, avere recensioni positive del libro ma anche critiche costruttive, che aiutano molto a crescere e migliorare. Difatti molti dei miei lettori mi seguono in Pagina Official facebook.com/iorestocosioff e a me fa immensamente piacere.

Qual è il genere che predilige?
Amo le biografie, le storie di vita vera, libri psicologici e di criminologia, nonché polizieschi, ma che comunque trattano un qualcosa di realmente accaduto.

thumbnail_img_20161222_030031

Il suo libro si intitola Io resto così. Che cosa racconta?
Io resto così, parla di una donna che ha sofferto molto nella sua vita e durante questa vita dolorosa, incontrerà due uomini completamente diversi, che la porteranno a rinascere e ricadere allo stesso tempo. Vivrà in quella che è l’ambientazione del libro “Milano Zona Navigli” dei ricordi molto forti. La volante della Polizia è il fulcro importante di tutto il libro, insieme al personaggio femminile. Poiché uno dei due uomini è un poliziotto. Il libro non è il classico romanzo a battitura ma in stile prosa poetica, poiché scrivo canzoni piano e voce. Difatti ogni capitolo ne contiene una, che racconta la storia del capitolo stesso che si legge e tutte collegate con l’ultima canzone/poesia daranno il finale inaspettato. E’ un libro di speranza, per tutte quelle donne che hanno sofferto ma che con onore sono andate avanti, pur ricadendo in uno sbaglio ma più forti di prima. Il titolo dice molto, difatti Io resto così nel bene e nel male e non cambio nulla della mia vita, perché altrimenti non sarei così, altrimenti non sarei Stella.

Qual è il messaggio che vuol portare con questo libro?
Con il mio libro, oltre a dare speranza a tutte quelle donne che hanno sofferto nella loro vita, che hanno subito violenza o che sono state derise e usate da uomini freddi, dico di non cambiare, di non modificarsi ma di restare sempre così, bellissime e genuine non c’è cosa migliore. Ma sopratutto è un omaggio a tutti quei Poliziotti che perdono la vita in servizio e che spesso lo Stato Italiano se ne dimentica, sia di loro e sia delle loro famiglie. Io ci sono e lotterò per voi e con voi sempre. Sono felice e onorata di aver ricevuto al Red Carpet del Cuore, evento benefico in onore di Carla Caiazzo per dire stop alla violenza sulle donne, il Premio Eccellenza del cuore, per la mia professionalità nella scrittura e omaggio alla polizia di stato vittime in servizio, un amore in prima linea per tutti loro.

Attualmente in cosa è impegnata?
Attualmente sto promuovendo il libro in giro per l’Italia, con firma copie e presentazioni in Mondadori, IBS & Ubik. Ne sono entusiasta.

thumbnail_img_20161222_030058

Progetti?
Tanti progetti in cantiere con Io resto così, di cui ancora non posso dire nulla. Ma sopratutto sono diventata Consulente Nazionale Ibiskos. Quindi alla ricerca di nuovi autori e prossimamente terrò tre open day in giro per l’Italia, in librerie importanti proprio alla ricerca di nuove emozioni. Non vedo l’ora di iniziare questa nuova avventura.

Vuole aggiungere altro?
Ci tengo ad aggiungere che ringrazio la mia famiglia per il loro supporto, la mia editrice e tutto lo staff Ibiskos, la mia curatrice editoriale e il mio press agent persona dolcissima.

Sledet.com ringrazia per l’intervista Debora Scalzo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *