L’attrice Erika Marconi parla del film Girotondo


Prossimamente al cinema il film che narra della violenza fisica e psicologica subita dalle donne e dagli uomini 


Intervista di Desirè Sara Serventi

thumbnail_erika-parrucchiera

Preparata artisticamente l’attrice Erika Marconi, e con una voglia di migliorarsi sempre di più nel campo della recitazione. Prossimamente uscirà nelle sale “Girotondo” un film di Tonino Abballe, che racconta un tema molto attuale, che è quello della violenza fisica e psicologica subita dagli uomini e dalle donne. A fianco ad Erika un nome che spicca, ovvero, quello dello stimato attore Massimiliano Buzzanca. E se il pubblico attende con trepidazione l’uscita del film, intanto la Marconi è già pronta a scendere in campo per le riprese di un nuovo film dal titolo “Erika”. I microfoni di Sledet.com hanno raggiunto l’attrice che ha parlato dei suoi lavori, e non solo.

Dove si è formata artisticamente?
Ho studiato recitazione al Duse e poi ho frequentato diversi actor coach, a seconda delle esigenze del momento.

thumbnail_erika-donna-6

Modella o attrice. Quale ruolo predilige?
La mia passione è da sempre recitare ed interpretare ruoli diversi. Naturalmente posare come modella mi ha sicuramente aiutato a farmi notare.

Qual è stato il suo percorso lavorativo?
Ho prestato la mia collaborazione e disponibilità come modella a qualunque evento e/o manifestazione e mi sono sempre resa disponibile in qualunque set, sia come figurante che in piccole parti attoriali.

A suo parere è difficile emergere in questo settore?
Per ciò che mi riguarda direi di si, ma crederci è la risorsa più importante. E poi se arriva l’occasione, beh, li allora bisogna veramente darsi da fare, studiare, e provare tanto e non farsi trovare mai impreparati.

Cosa puoi dire riguardo ai casting?
Parlo sempre per me. Appena mi arriva una proposta di un giovane regista o produttore che non conosco, provo sempre a cercare di capire prima se la proposta può interessarmi o meno. Difficilmente mi presento ad un provino se non ho compreso bene di cosa stiamo parlando.

Le produzioni indipendenti, aiutano i giovani attori?
Credo di sì, o perlomeno nel mio caso, direi proprio di sì.

15625833_1216019901816667_1374215285691255435_o

Prossimamente uscirà nelle sale il film “Girotondo” . Che cosa racconta?
Girotondo narra della violenza fisica e psicologica subita dagli uomini e dalle donne.

Accanto a chi ha lavorato?
Durante le riprese, ho avuto l’occasione e la fortuna di poter lavorare accanto a persone speciali come Massimiliano Buzzanca, per citarne uno.

Lei ha appunto citato il noto attore Massimiliano Buzzanca. Su di lui cosa può dire lavorativamente parlando?
Che è un gran signore: molto educato, un personaggio umile e semplice, ma nel contempo un attore che riesce in poche ore ad imparare la sua parte a memoria ed interpretarla alla perfezione. Ma come farà?

thumbnail_erika-violenza

Da chi è prodotto il film “Girotondo”?
Il film è prodotto da una piccola produzione indipendente.

Chi cura la regia?
La regia è curata da Tonino Abballe.

Da chi è composto il cast?
Ci sono io che interpreta il ruolo di sette personaggi femminili, Massimiliano Buzzanca nel ruolo di psicologo, e quattro personaggi maschili. Poi vi sono: Antonella Ponziani, Valentina Ghetti, Armando De Razza. Inoltre nel cast Tonino ha inserito, “come è suo solito fare”, altri personaggi interpretati dai suoi amici conosciuti in palestra a cui ha dato a tutti piccoli parti, tra questi Rosaria Razza ed Enrica Catelli.

Sul suo ruolo può svelare qualcosa?
Preferisco non svelare nulla del film. A giorni sul web sarà visibile il nuovo trailer.

thumbnail_erika-bis

Qual è il messaggio che volete portare al pubblico con questo film?
Che vivere meglio si può… nonostante tutto e tutti.

Cosa ha significato per lei vestire i panni di una donna vittima di violenza?
E’ un tema abbastanza delicato e complesso, sarebbe riduttivo descriverlo in poche righe.

Vuol raccontare un aneddoto capitato durante le riprese?
Ho dovuto recitare un giorno con 39 di febbre. Giravo la scena e poi Tonino durante la preparazione delle luci per la scena successiva mi portava a letto e mi faceva dormire. Poi mi svegliava quando era tutto pronto, ed andavo nuovamente in scena.

Attualmente in cosa è impegnata?
Ho appena terminato di scrivere la mia prima sceneggiatura insieme a Tonino Abballe, e sto collaborando alla preparazione delle riprese in veste di segretaria di produzione. Nelle piccole produzioni è cosi, ma a me piace darmi da fare.

thumbnail_erika-donna-2

Progetti?
Un nuovo film dal titolo “Erika” di cui è già previsto un sequel, ma al momento non posso rivelare la sceneggiatura.

Vuol lasciare un messaggio ai lettori di Sledet.com che leggeranno la sua intervista?
Sì. Li ringrazio per avermi letto e mi auguro che vogliano venire a vedermi al cinema, ma sopratutto mi auguro che possa piacergli il film.

Sledet.com ringrazia per l’intervista Erika Marconi, e ad maiora!

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *