A parlare è l’attrice Diletta Innocenti Fagni


“Molti si improvvisano attori e questo penalizza chi ci crede davvero e fa sacrifici per arrivare. Fare l’attore è un mestiere affascinante, che dà tante soddisfazioni, ma richiede uno studio e una preparazione continua” afferma Diletta Innocenti Fagni


Intervista di Desirè Sara Serventi

 

Ha studiato presso la Scuola di Cinema Immagina di Firenze, per poi perfezionarsi frequentando seminari e studiando con la coach Gisella Burinato, l’attrice Diletta Innocenti Fagni. Ha mosso i suoi primi passi nel mondo dello spettacolo in giovane età, partecipando a spot pubblicitari acquisendo così una naturale dimestichezza nel stare sul set. Ha lavorato nelle serie televisive “Provaci ancora prof” e “Alex e Co”, mentre è recentemente uscito il film “Un nuovo giorno” di Stefano Calvagna, dove interpreta Marta, la sorella del protagonista.

E’ in campo pubblicitario il tuo esordio nel mondo dello spettacolo?
Mio padre mi ha iscritto ad una agenzia per bambini e a quattro anni e mezzo ho avuto il mio primo ruolo in uno spot per giocattoli. I miei genitori mi raccontano che mi divertivo molto e così hanno continuato a farmeli fare. Probabilmente devo a loro questa mia passione, mi hanno introdotto in questo mondo e mi è piaciuto. Ero una bambina molto timida, ma davanti alla telecamera stavo bene e mi sentivo a mio agio. Da quei primi spot televisivi da bambina ho continuato a lavorare molto in campo pubblicitario, prendendo dimestichezza sul set.

Dove ti sei formata artisticamente?
Ho studiato alla Scuola di Cinema Immagina di Firenze, poi una volta trasferita a Roma ho fatto vari seminari e attualmente studio con Gisella Burinato, una coach straordinaria.

Hai partecipato a Miss Italia nel 2012, che ricordo hai di quel periodo?
Miss Italia per me è stato un gioco, ne ho un ricordo piacevolissimo. Ho legato con molte ragazze e ancora oggi ci sentiamo. Vincere uno dei dodici titoli in palio è stata una grande soddisfazione. Ho trascorso un anno con lo sponsor in giro per l’Italia, per poi decidere di trasferirmi a Roma e prendere sul serio questo mio sogno di recitare.

E’ nelle serie televisive che muovi i tuoi primi passi?
Ho lavorato in Provaci ancora prof. 6 nel ruolo dell’ispettrice Magrini che aiutava a risolvere un caso, e in Alex e Co, una serie fortunata su Disney Channel dove interpretavo Lara, la fidanzata del fratello di Alex.

In campo cinematografico, qual è stato il tuo primo film?
Al cinema ho avuto una piccola parte in Un Natale Stupefacente di Volfango De Biasi, e recentemente è uscito Un nuovo giorno, di Stefano Calvagna dove interpreto Marta, la sorella del protagonista che vive una tormentata ricerca della propria identità.

E’ difficile emergere nel mondo dello spettacolo?
Sicuramente non è facile, siamo in tanti a condividere questo sogno. Si deve saper gestire le infinite attese e saper reagire positivamente ai vari “no” che si possono incontrare nel proprio percorso.

Le produzioni indipendenti danno un aiuto per emergere in questo ambiente?
Le produzioni indipendenti danno meno peso al “nome” dell’attore, quindi sicuramente chi vuole emergere può trovare più possibilità. Inoltre generalmente il set di una produzione indipendente è carico di passione e di persone che amano il proprio lavoro e credono in quel progetto. In Un nuovo giorno, che è appunto un film indipendente, il protagonista Luca Filippi è un attore emergente di grande talento.

Un tuo parere sul mondo della recitazione in Italia?
Molti si improvvisano attori e questo penalizza chi ci crede davvero e fa sacrifici per arrivare. Fare l’attore è un mestiere affascinante, che dà tante soddisfazioni professionali e personali, ma richiede uno studio e una preparazione continua. Attori veramente bravi e preparati ce ne sono, uno su tutti che ammiro è Luca Marinelli.

Cosa puoi dire riguardo ai casting?
Che l’importante è farli e farli bene. Prima o poi qualcosa arriva.

Progetti?
Sono scaramantica, preferisco non dire niente.

Sledet.com ringrazia Diletta Innocenti Fagni per l’intervista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *