Intervista all’attrice Vanda Montecchi


Ti conquista subito con la sua pronuncia spiccatamente emiliana l’attrice Vanda Montecchi 

Intervista di Ilaria Grasso

Vanda_Montecchi_2517

Ti conquista subito con la sua pronuncia spiccatamente emiliana l’ attrice Vanda Montecchi che abbiamo potuto ammirare in prestigiose pellicole cinematografiche come “Una sconfinata giovinezza” di Pupi Avati, “La rugiada di San Giovanni” ed “Oltre il confine dei sogni” oltre che in importanti fiction di successo come “Il commissario Rex”

Cinema e televisione: quali sono, a tuo avviso, le differenze più importanti che
vigono tra questi due settori dello spettacolo?
Il cinema ti apre sicuramente le porte del successo ma la televisione, soprattutto per merito delle belle fiction che spesso vengono trasmesse, offre una maggiore notorietà dal momento che è seguita da un pubblico ben più vasto.

Hai lavorato con il grandissimo Pupi Avati: che esperienza è stata? E si ripeterà secondo te?
Ebbene sì, ho avuto questa grande fortuna! Come posso commentarla? Beh, direi che è stata un’ esperienza bellissima. E poi trovarsi davanti ad un grande regista, è una forte emozione, placata però dalla sua gentilezza e dalla sua disponibilità. Mi chiedi se si ripeterà: se il grande maestro mi richiamasse accetterei subito!

In televisione hai partecipato al telefilm che tutti quanti noi conosciamo, ovvero Il commissario Rex, in edizioni differenti: che ricordo hai?
Sarò sincera nel dirti che possiedo bellissimi ricordi legati alle persone di Kaspar Capparoni e di Francesco Arca che reputo persone molto bravi e cortesi, oltre che dei bravi attori. E del cagnolone Rex, sai che ti dico? Che è lui la vera star della serie!

Cosa ti sentiresti di consigliare a un giovane che vuole diventare un attore?
In primis gli consiglierei di frequentare scuole di recitazione, di teatro e di dizione. Poi di non arrendersi innanzi ai primi ” no” che potrà ricevere. Di andare avanti dritto per la sua strada con determinazione ma anche con tanta umiltà, cercando di tenere sempre e comunque i piedi ben ancorati a terra.

Ottimi consigli, non c’è dubbio! Ma quali sono ora le tue più interessanti novità?
Ora come ora sono stata contattata da due registi ma non posso dire altro in merito, scusami!

Foto Massimo Meliga

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *