Un timbro di voce che cattura il pubblico quello di Roberta Orrù


E’ una cantante pop rock che ama le ballad e i pezzi rock che le danno carica

roberta4

Quando sale sul palco il suo timbro di voce, riesce a catturare con entusiasmo il suo pubblico. Si tratta di Roberta Orrù, cantante pop rock, che ama le ballad ma, ma come tiene a precisare, all’interno la chitarra elettrica non può mancare, e ama i pezzi rock che le danno tanta carica. Dopo tanti provini, fu scelta per partecipare alla trasmissione The Voice of Italy, dove venne catapultata in un mondo totalmente differente, da quello cui era abituata. Basilare per lei, se si vuole intraprendere questo percorso è lo studio, elemento fondamentale per fare la differenza.

Hai partecipato alla prima prima edizione del talent show “The Voice of Italy”, che ricordo hai di quel periodo?
The Voice of Italy è un ricordo molto bello. Dopo tanti provini ero stata scelta per la trasmissione ed è stata un emozione difficile da spiegare, viaggi continui, interviste, telecamere ovunque. Il mio nome sparato sui mega schermi nello studio, è stata una esperienza che mi ha cambiato la vita, perché mi sono licenziata dal posto di lavoro per prendere un treno che passava in quel momento, non è stato facile e non lo è tuttora. ma faccio ciò che amo e questo mi ripaga di tanti sacrifici.

Inizialmente hai ricevuto diverse porte in faccia, prima di approdare al programma?
La mia vita artistica è stata sempre molto tormentata. Ho iniziato a cantare quando avevo quattro anni e di porte in faccia ne ho avute tantissime, ma anche tanta sfortuna che mi ha fatto seriamente dubitare se fosse questo il mio destino e il perché avessi una voce che non potevo sfruttare, e questo mi faceva soffrire tantissimo. In tantissime occasioni dicevo anche con la mia famiglia, no è impossibile, arrivavo sempre al penultimo gradino della scala e c’era sempre un qualcosa a farmi cascare sotto. Fare questo lavoro non è facile per tanti motivi, sei piena di entusiasmo di amore per ciò che fai, ma capita che in un attimo cadi un po’ a terra con le lacrime, un altra sconfitta, un altra delusione, ma fortunatamente mi sono sempre rialzata

La tua formazione musicale?
La mia formazione è avvenuta molto presto. Sin da piccola avevo le idee molto chiare, inoltre avere una famiglia composta da tanti musicisti mi ha aiutato a spaziare e ad amare anche altri generi. Sin da piccola amavo Marya Carey, Whitney Houston, Aretha Franklin e cantavo le loro canzoni a tutti i concorsi dove mi accompagnavano i miei genitori, i miei zii mi hanno fatto poi conoscere e amare il rock. Da qua ne deriva la mia formazione. Sono una cantante pop rock, amo le ballad ma all’interno la chitarra elettrica non può mancare, e amo i pezzi rock che mi danno tanta carica.

Se ti dicessi doppiaggio, cosa risponderesti?
Il doppiaggio è capitato per caso ed è stato divertentissimo. Ho fatto le parti cantate su vari cartoni animati in onda su sky, Gli zonzoli, Wonderpets, Dora l’esploratrice.

Come è stata la tua esperienza nel doppiaggio?
E’ stata molto bello, mentre canti vedi le scene del cartone e torni in un mondo senza problemi e preoccupazioni, il mondo delle favole. Bisogna solo abbandonarsi e godere delle sensazioni uniche che trasmette ciò che si sta facendo.

E’ stato difficile?
Molto difficile, non sei più Roberta ma diventi una formichina rosa, o un pulcino, è molto bello ma impegnativo, nulla che vedere con l’altro mio mondo dove comunque sono sempre me stessa, canto e mi esprimo tirando fuori le mie emozioni.

E’ importante la gavetta?
Oggi tutti vogliano raggiungere il successo molto rapidamente dimenticandosi della famosa gavetta e di tutto ciò che comporta. Mi rendo conto che oggi tutto questo non ha un grande significato. Vediamo persone fare due puntate in tv e poi andare a Sanremo.

Cosa bisogna fare per fare la differenza?
Credo che per fare la differenza non basti essere un “personaggio” si deve studiare tanto.

E’ difficile emergere?
E’ molto difficile emergere. Devi avere delle persone che credono fermamente in te e investano totalmente sulla tua persona e sulla tua voce, ma oggi non lo fa più nessuno purtroppo.

I talent?
I talent danno quella popolarità immediata gratis, ma bisogna stare attenti perché ci sono persone che vogliono solo i tuoi soldi. Purtroppo non è un mondo facile, e poi c’è moltissima concorrenza. Tutti cantano e tutti sanno cantare, anche con una sola lezione di canto si definiscono cantanti.

Parli dei tuoi singoli?
Ho fatto un singolo due anni fa, un brano dance che racconta la mia vita artistica e che sono presenti su you tube anche i video dato che, è stato fatto sia dance sia disco. L’anno scorso ho inciso un album per l’associazione animalisti italiani. Un album scritto da Pierpaolo Cirillo che racconta quanto bene e quanta empatia abbiamo nell’amare ogni essere vivente, i soprusi a cui sono sottoposti e le violenze inaudite nei macelli. E’ stato molto emozionante per me tant’è vero che alla presentazione ho pianto come una bimba, dall’album il singolo Please save mylife, anche questo su you tube.

Nutri un grande amore per gli animali?
Amo gli animali incondizionatamente. Lotto per loro e non c’è differenza tra un cane e un vitellino, sono tutte specie bisognose d’amore.

Sei vegana?
Sono vegana e sono anche un’amministratrice assieme ad altre persone del gruppo SEI VEGANO SE…

Di cosa parla?
Del nostro stile di vita e di quanto amore è da dare e di quanto male potremmo evitare.

La sua voce, il suo modo di cantare e la sua simpatia, sono elementi che piacciono al suo pubblico. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *